Questo sito utilizza i cookies per facilitarne la navigazione ed il funzionamento. Utilizzandolo si accettano le modalità attuali.

Territorio

Il territorio del Nord Sardegna, ed in particolare quello del Nord-Est, mostra il gradevole connubio di bellezza tra la caratteristica montagna granitica della Gallura e gli splendidi arenili sabbiosi misti a piccole e grandi insenature scogliose. Un territorio ricco di flora e di fauna grazie ad un ambiente ideale caratterizzato da numerosi corsi d'acqua. Un territorio che, contrariamente a quanto si possa pensare, vanta il maggior numero di attrattive storico-archeologiche della Sardegna legate, soprattutto, all'era nuragica. Proprio nell'area archeologica di Arzachena si trova l'importantissimo villaggio nuragico di La Prisciona recentemente oggetto di scavi e restauri ad opera della Dottoressa Angela Antona della Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro.
Porto Cervo e la Costa Smeralda sono certamente le località che trainano il turismo del nord della Sardegna e, probabilmente, dell'intera isola, ma la costa Nord Orientale è particolarmente ricca di punti di interesse turistico. La Costa Gallurese propone la romantica Isola Rossa, il panorama mozzafiato della Costa Paradiso, la bellissima spiaggia bianca di Vignola, le rocce a picco sul mare di Capo Testa e le famose località turistiche di Santa Teresa Gallura e Palau.

Porto Cervo e la Costa Smeralda

Una scritta su una roccia annuncia l'ingresso in Costa Smeralda, regno di rocce immerse nella macchia mediterranea, ginepri, cisti, lentischi, e paradiso beato dalle spiagge incantevoli e dal mare cristallino.
Il capoluogo può essere considerato Porto Cervo, centro così chiamato per la presenza di numerose ramificazioni nella sua insenatura. Nel cuore del paese vi è la Piazzetta, luogo d'incontro nella stagione estiva di numerosi personaggi celebri del bel mondo; da visitare la chiesetta Stella Maris, un esempio delle gradevoli architetture che abbelliscono la località.

Isola Rossa

L'Isola Rossa è una piccola località turistica con numerose spiagge ed una bellissima torre spagnola costruita sulle rocce in posizione dominante. Il panorama è fortemente caratterizzato dalla presenza di uno scoglio rosso situato in mezzo al mare, a breve distanza dalla riva, dal quale deriva il nome della località. La spiaggia di Marinedda si trova in direzione est, non lontano dalla Punta Canneddi; da qui si ammira una zona ancora sostanzialmente intatta, di straordinario valore paesaggistico e naturalistico, che giunge sino alla località Costa Paradiso.

TRINITÀ D'AGULTU
A sovrastare, dall'alto, l'Isola Rossa ma anche l'intera costa, Trinità d'Agultu, centro agricolo formatosi dall'ingrandimento di uno stazzo della Gallura dopo il XVIII secolo.

Costa Paradiso

La Costa Paradiso è un vasto insediamento turistico il cui nome identifica l'intera zona che, più propriamente, si chiama Li Rosi Marini. Si ammirano le rocce e la spiaggia di Li Cossi, all'imboccatura di una baia, nella valle di un torrente dalle pareti di porfido rosa. Un altro luogo imperdibile è la spiaggia di Tinnari, più a ovest, formata da ciottoli di porfido rosso e grigio, arrotondati dall'acqua e dal vento, e immersa nella fitta vegetazione delle scarpate collinari tutt'intorno.

Vignola

Vignola propone un lunghissimo e vasto litorale di sabbia chiara e grossa caratterizzato da un mare sempre limpido e cristallino. A poca distanza la meravigliosa costa di Monti Russu, pittoresco promontorio di rocce porfidiche rosse, che racchiude una splendida baia; di fianco, nella Cala Vall'alta, si apre la spiaggia di Rena Maiore, celebre per la sua sabbia fine e bianchissima, orlata da una vasta pineta.

AGLIENTU
Vignola rientra ne comune di Aglientu, centro della Gallura particolarmente interessante e caratteristico che propone, a pochissima distanza dal mare, splendidi paesaggi montani caratterizzati dalla tipica roccia gallurese, dai corsi di acqua purissima e dalla vegetazione mediterranea ricca di fauna.

Santa Teresa Gallura

Santa Teresa di Gallura rappresenta una località turistica molto nota costituita dalla piccola città fondata nel corso del XIX° secolo, e divenuta un rinomato posto di villeggiatura a partire dagli anni '60. Alla bellezza delle sue spiagge e delle sue coste si uniscono i servizi e le distrazioni offerte dalle strutture turistiche. Il porto della cittadina è dominato dalla Torre di Longosardo; nel centro della località si trova una delle spiagge più amate e frequentate: la spiaggia di Rena Bianca. La spiaggia della Marmorata si trova più ad est, ed è straordinario il panorama che si può da qui godere, con visione delle coste della Corsica e delle isole dell'arcipelago maddalenino.

Capo Testa

Ad ovest di Santa Teresa Gallura si trova il promontorio di Capo Testa che si presenta con una forma tondeggiante ed è caratterizzato da grandi masse rocciose incredibilmente erose dalla forza del vento e delle acque. Nella parte orientale del promontorio si apre la Baia di Santa Reparata, con l'omonima spiaggia; più avanti si estende la spiaggia di Cala Spinosa. Da qui un sentiero conduce al settore settentrionale di Capo Testa, presso il faro omonimo, dove sono veramente straordinarie le formazioni rocciose di granito grigio erose in mille forme diverse, poggianti su alti graniti lambiti dal mare. Più ad ovest rispetto a Capo Testa, si apre la meravigliosa Valle della Luna, immensa frattura nelle rocce granitiche, di una maestosità e bellezza straordinarie.

Palau

Palau nasce nell'800 come modesto pontile per i collegamenti con le isole dell'arcipelago maddalenino ed è oggi un porto attrezzato per le comunicazioni con le isole, nonché centro di villeggiatura.
Dal Colle di Baragge, alle spalle dell'abitato, si gode un meraviglioso panorama: nei dintorni del paese si segnalano le località di Porto Raphael, Punta Sardegna a Mare e Porto Pollo, con la spiaggia del Liscia, divisa in due parti dall'Isola dei Gabbiani, unita alla terraferma da un esile cordone dunale, e la Cala di Trana, tra le più solitarie spiagge della costa. Sul lato opposto di Palau, verso est, si trova la nota roccia dell'Orso, collina dirupata così chiamata per la presenza di una gigantesca roccia granitica lavorata dai venti e dall'umidità nella particolarissima forma di plantigrado, e che anche vista da vicino sembra un orso, posto in posizione dominante sull'arcipelago.

  • foto home 01
  • foto home 02
  • foto home 03
  • foto home 04
  • foto home 05
  • foto home 06
  • foto home 07
  • foto home 08